Rassegna Stampa

Taglio e Potatura di piante pericolanti ed instabili del Centro Urbano.

Valutazione attuale:  / 7
ScarsoOttimo 

In questi giorni si sta concludendo l'intervento di taglio e potatura di piante pericolanti ed instabili del centro urbano, secondo quanto disposto dall'ordinanza del Responsabile del 4° Settore “Area Urbanistica e Tecnico Manutentiva” n. 1 del 11.01.2013 e da quanto previsto nel progetto (redatto da un qualificato professionista) approvato con delibera di Giunta Comunale n° 70 del 03.08.2012, che ha identificato le piante pericolanti e malate che necessitavano di essere abbattute o potate in tutto il territorio di Cotronei (in Sila e nel capoluogo, compreso le piante che creavano problemi alla viabilità). Tale ultimo intervento è stato autorizzato dal competente assessorato regionale all'agricoltura, con provvedimento prot. n. 412280 del 12.12.2012.

All’interno di tale azione di riqualificazione del verde urbano è previsto il reimpianto di alberi autoctoni, con caratteristiche che li rendano adatti a garantire  la sicurezza e la tipicità del territorio.

L’esigenza dell’intervento di che trattasi (che non ha alcun costo per il comune) è conseguente alle tante richieste che sono pervenute al’Ente che sollecitavano il taglio di piante per evitare rischi alle persone e alle cose. Le predette richieste, negli ultimi tempi, sono diventate sempre più pressanti, evidenziando i rischi dovuti all’instabilità delle piante, nonché inconvenienti relativi alle fronde e afferenti la salute pubblica.

Nell'occasione si è intervenuti solo sugli alberi (nessuno di particolare pregio o definibile secolare) che costituivano potenziali pericoli per l'incolumità pubblica o che creavano intralcio alla circolazione pedonale e veicolare, alle linee telefoniche o elettriche, a causa della loro instabilità o malformazione. Nello specifico, nella zona di via Vallone delle Pere, alcune piante di alto fusto (pini di rimboschimento e pioppi), oggetto dell’intervento, erano radicate a ridosso dei muri di sostegno e fortemente inclinate verso le abitazioni a causa degli erronei impianti ed alla mancanza di cura degli alberi, specie quando erano giovani.

Non posso non rilevare che la giusta attenzione per l'ambiente, che è propria dell'amministrazione comunale di Cotronei, non deve essere mai confusa con lo sterile e becero "ambientalismo da quattro soldi" che qualche soggetto cerca di evidenziare in questi giorni con dichiarazioni o affermazioni che hanno davvero del surreale. Ricordo a questi ambientalisti del momento, che ingannano il tempo cercando il pelo nell’uovo, che nessun commento ho sentito quando si parlava di svuotare il lago con il metodo della fluitazione che davvero sarebbe stato un pericolo per l'ambiente, visto che avrebbe causato la morte di migliaia di pesci e la distruzione di tutta la flora esistente nel lago e lungo il fiume Neto.

Tutto ciò avrebbe procurato effetti meno invasivi del necessario taglio di pochi alberi a Cotronei?

A questi stessi uomini, chiedo un impegno serio sui temi ambientali, ad iniziare dai tagli indiscriminati che vi sono in Sila. Mi riferisco ai tagli non controllati, non certo a quelli che sono regolarmente autorizzati e che prevedono anche azioni finalizzate alla salvaguardia ed alla ricrescita del bosco.

Trovo ridicolo gridare allo scandalo ed alla devastazione per un taglio di alberi che sono un potenziale pericolo, effettuato, come tutte le azioni di questa amministrazione, nel rispetto delle norme e dell’interesse della collettività. La vita dei cittadini viene al primo posto.

Vorrei, peraltro, sottolineare che trovo divertente che un soggetto di "alto profilo" utilizzi l’aggettivo “squallido”, sicuramente ignorando il suo significato, e che oggi, all’improvviso, si preoccupa del taglio di pochissimi alberi pericolanti ed in passato non aveva alcuna remora (forse perché impegnato in altro ruolo) a sollecitare l'autorizzazione proprio del taglio in questione presso l'Assessorato regionale all'agricoltura. Per amor di verità, tanti altri tagli di alberi sono stati effettuati negli anni precedenti dalle diverse amministrazioni comunali, senza che gli stessi amministratori si siano mai sentiti tristi e amareggiati.

Agli ambientalisti dell’ultima ora, con la memoria volutamente corta, ribadisco che l’incolumità delle persone è importante, e ricordo il caso dell'albero caduto su una macchina nei mesi scorsi in via C.so Garibaldi, creando non pochi  timori, preoccupazioni e danni.

Un particolare ringraziamento va ai tanti cittadini che si sono correttamente informati, apprezzando l'azione dell'ente, improntata alla tutela della salute e dell'ambiente. Questo è quanto accaduto a Cotronei. Alla fine i tuttologi, coloro che hanno sempre la verità in tasca, che sono sempre contro qualcuno, che cercano il nemico a tutti i costi si dovranno ricredere, oppure continuare nella sterile mistificazione, senza alcun riscontro. Questa amministrazione, invece, continuerà a lavorare con tutti e per tutti serenamente e senza inutili strumentalizzazioni. Domani è un altro giorno!

Cotronei, li 20.09.2013

                                                   Il Sindaco

Dott. Nicola Belcastro