Rassegna Stampa

Pubblicata la manifestazione di interesse per partecipare ai tavoli tematici riguardanti il piano di zona 2020-2022 dell’Ambito socio-assistenziale di Mesoraca

  • Stampa
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
La conferenza dei sindaci dei Comuni che compongono l’Ambito socio-assistenziale di Mesoraca, nella seduta del 2 dicembre 2020, ha dato indirizzo all’ufficio di piano per la pubblicazione della manifestazione di interesse per chi – tra enti del Terzo Settore e operatori locali che per esperienza, conoscenza tecnica/territoriale e competenza – abbia interesse a partecipare ai tavoli tematici per la realizzazione del futuro piano di zona 2020-2022 del Distretto sociale dell’ambito. Tutti coloro i quali siano interessati a partecipare possono farne richiesta compilando il modulo allegato, da inviare, entro il 2 gennaio 2021, al seguente indirizzo pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Altresì, ai fini della partecipazione, è possibile consegnare il modulo personalmente presso l’Ufficio protocollo comunale di Mesoraca. Viene, inoltre, sottolineato che la partecipazione ai lavori sul piano di zona – da redigere secondo le linee guida regionali di cui alla DGR 503/2019 - risulta totalmente gratuita e non costituisce titolo preferenziale in riferimento ad eventuali futuri affidamenti di servizi o interventi. Dell’Ambito socio-assistenziale di Mesoraca – la cui conferenza dei sindaci è presieduta da Nicola Belcastro - fanno parte, rispettivamente, i Comuni di Cotronei, Mesoraca, Petilia Policastro, Roccabernarda e Santa Severina. «Voglio ringraziare i colleghi sindaci – dichiara Nicola Belcastro - e tutti i componenti dell’ufficio di Piano, con a capo il Responsabile dello stesso Vincenzo Martino, per il lavoro che stanno svolgendo. Un lavoro che si innesta nelle ordinarie attività lavorative ed è conseguente al trasferimento delle funzioni effettuate da parte della Regione Calabria. Un’attività svolta nel rispetto della delega conferita e gestita nella massima trasparenza che ha portato il distretto ad adempiere a tutte le funzioni prescritte, oltre a garantire la liquidazione delle spettanze per rette ed altro alle strutture sociali operanti nell’ambito fino al mese di Ottobre 2020, tanto da recuperare le mensilità arretrate con l’obiettivo di dare il giusto riconoscimento alle strutture, ma anche la possibilità affinché i lavoratori che operano presso le stesse possano ricevere il giusto compenso. Ora – conclude Belcastro - l’attenzione dovrà essere riservata al redigendo piano di zona dei servizi sociali, tanto da poter meglio pianificare i servizi offerti dall’ambito a favore dei cittadini del territorio».