Rassegna Stampa

Comunicato Stampa: Solidarietà

Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 

La prima reazione e’ quella del silenzio. Un silenzio che parla di indignazione, di amarezza, di rabbia. Così mi sono sentito io, da cittadino e da Sindaco di Cotronei e così si è sentita tutta la mia comunità nell’apprendere la notizia di un altro vile gesto nei confronti di un uomo onesto che spende ogni giorno il suo lavoro e la sua intelligenza per vivere dignitosamente nel suo territorio. Chi distrugge e offende la dignità di tutti noi, nascondendosi nell’ombra dell’illegalità, però, non avrà il nostro silenzio, perché abbiamo già dimostrato nei fatti, che siamo capaci di costruire un patto di legalità e di civile convivenza con i cittadini e con le Istituzioni, espellendo chi su questi temi non ha la necessaria determinazione. Continueremo a percorrere la strada della fermezza e del rispetto delle regole, senza proclami e dichiarazioni ad effetto e chi cerca di delegittimare attraverso la strategia delle intimidazioni e delle minacce, uomini ed Istituzioni, ha già perso, perché ci troverà sempre pronti a respingere tutto ciò con fermezza e determinazione. Ad Ezio Scavelli, così come avvenuto con la famiglia Madia/Bevilacqua, l’abbraccio forte e solidale del Sindaco e di tutti i cittadini, in tutti noi troverà sempre un punto di riferimento, credibilità ed appoggio. Vogliamo rappresentare la stessa determinazione e condanna che l'intero Consiglio Comunale ha già espresso in occasione di un altro ignobile gesto che è stato perpetrato ai danni della famiglia Tallarico/Nisticó. Faccio appello all'intera "classe dirigente di Cotronei" affinché si mobilitino le coscienze e, specie su questi temi, stiano tutti e solo da una parte: quella della legalità. Gli “altri” capiranno dal nostro operare che a Cotronei non c’è spazio per chi viola le legge, non c’è mai stato e non ci sarà! 

 

 

Il Sindaco                                        L’Amministrazione Comunale