Proposta corso di studi in “Servizi socio sanitari”

Un corso di studi con indirizzo “Servizi socio sanitari” da attivare dal prossimo anno scolastico presso l’Istituto professionale di Cotronei, per offrire agli studenti del comprensorio un titolo di studio che sul territorio possa garantire sbocchi occupazionali concreti. 

È quanto propone l'Amministrazione comunale di Cotronei, che in una riunione di Giunta ha approvato la proposta di determinazione presentata dal sindaco Nicola Belcastro, disponendo poi che tale proposta venisse avanzata alla Provincia di Crotone. 

“Il contesto economico e sociale del territorio di Cotronei - si legge nella delibera - negli ultimi anni ha mostrato una significativa crescita delle attività legate ai servizi relativi all’offerta sanitaria e sociale, creando serie prospettive occupazionali per le quali necessita una formazione tecnica specifica”. È partendo da questo assunto, dunque, che il sindaco e la Giunta hanno ritenuto coerente richiedere in aggiunta ai corsi tecnico-professionali esistenti presso l’Istituto professionale, un corso nel settore “servizi”, nell’ambito del piano di dimensionamento scolastico per l'anno 2015-2016.

“La legge - spiega Belcastro - consente alle Regioni ed ai Comuni (competenti per le scuole d'infanzia, primaria e secondaria di primo grado site sul proprio territorio o comunque che interessano la propria popolazione) di avanzare delle proposte in ordine al Piano di dimensionamento scolastico ed all'organizzazione della rete scolastica e dell'offerta  formativa. Queste proposte devono essere presentate alla Provincia di appartenenza, corredate dai pareri obbligatori ma non vincolanti delle istituzioni scolastiche interessate”. Ebbene, dopo che la Provincia di Crotone ha chiesto un parere al Comune di Cotronei, quest’ultimo ha deciso di chiedere l’ampliamento dell’offerta formativa dell’Istituto tecnico professionale superiore, inserendo un corso ritenuto particolarmente adatto alle richieste di lavoro che arrivano dal territorio. Una proposta condivisa dal consiglio d’istituto del Professionale. 

“Riteniamo così - conclude Belcastro, ringraziando per la proficua e positiva collaborazione i dirigenti scolastici dell’istituto comprensivo e di quello superiore - di poter offrire così ai nostri giovani prospettive di lavoro più concrete, aiutandoli a completare la propria formazione sul territorio in cui vivono, agevolando così l’accesso e il diritto all’istruzione”.